Vivarini al Settore Tecnico FIGC:
“Voglia di fare bene e stupire per ottenere il massimo”

Il trionfo del Catanzaro di mister Vivarini rivissuto in una speciale intervista al Settore Tecnico FIGC. L’allenatore giallorosso a cuore aperto in una lunga intervista ha parlato della scorsa stagione e dell’attuale campionato di serie B. Ecco le dichiarazioni del tecnico di Ari: “La vittoria dello scorso anno? Cerco di lavorare sempre di partita in partita e rimanere sempre concentrato. Non penso di avercela fatta ma a Salerno ho capito che si è concretizzato. Nel calcio bisogna stare sempre sul pezzo. La scorsa stagione siamo partiti dal ritiro con rabbia e decisione. Avevamo ricevuto un torto ai playoff e insieme alla città siamo ripartiti uniti. Voglia di fare bene e stupire per ottenere il massimo, da qui sono nati i presupposti per fare quel che abbiamo fatto. La serie C sta crescendo tanto a livello di visibilità. Ci sono piazze blasonate e con un gran seguito di tifosi. Ogni gara ha delle insidie e va seguito con attenzione perché non puoi sbagliare. Se perdi punti resti indietro, come mi è successo a Bari e il primo anno di Catanzaro. Il mio corso di allenatore? Diciamo sempre che siamo stati i migliori. Coverciano ti fa sentire a casa. Quando siamo qui è come stare in famiglia. Ho ringraziato i colleghi allenatori per questa vittoria, per la stima di persone competenti. Io sono un allenatore che studia tanto, guarda tutto e prende spunto. Il calcio per me non è mai fermo, sono aperto a tutti i discorsi e ciò mi permette di andare dietro a un calcio propositivo basato sul possesso palla. Si prende spunto da tanti maestri come Guardiola e Sarri o il Napoli di Spalletti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto