Catanzaro – Sudtirol: La cronaca del match

Di Antonio Strongoli

Per la seconda, consecutiva, gara casalinga contro il Sudtirol mister Vivarini schiera il solito 4-4-2: Fulignati in porta; in difesa Situm, Brighenti, Antonini e Scognamillo; a centrocampo D’Andrea, Pompetti, Petriccione e Vandeputte; in attacco Iemmello e Ambrosino. Il Sudtirol, di contro, si dispone con un 3-5-1-1: Poluzzi in porta; Kofler, Scaglia e Cagnano in difesa; Molina, Tait, Arrigoni, Kurtic e Davi a centrocampo; Casiraghi a sostegno dell’unica punta Pecorino.
Pronti via ed il Sudtirol trova il vantaggio con Kurtic, sugli sviluppi di un calcio d’angolo perfettamente calciato da Casiraghi.
Il Catanzaro, come di consueto, acquisisce il comando del gioco e assedia gli ospiti alla ricerca del pareggio.
Al 20′ Iemmello va vicino al gol con un colpo di testa che termina di poco alto sopra la traversa.
Al 31′, i padroni di casa trovano il meritato pareggio grazie ad un preciso tiro di Brighenti che si infila sotto l’incrocio dei pali. Da segnalare il bellissimo schema delle Aquile che porta alla rete: punizione dalla trequarti, si incarica della battuta Vandeputte che serve Iemmello con un preciso rasoterra al limite dell’area, palla scaricata su Pompetti il cui tiro viene deviato dalla difesa altoatesina, il più lesto è Brighenti che batte Poluzzi.
In un Ceravolo festante per il raggiunto pareggio il Catanzaro va vicino al 2 a 1 con Ambrosino: cross di Vandeputte, deviazione della retroguardia di Valente, sulla ribattuta si avventa Ambrosino che scarica un missile terra-aria chiamando l’estremo difensore ospite al miracolo.
Il primo tempo termina sul risultato di 1 a 1.
In avvio di ripresa il Catanzaro passa in vantaggio con Antonini (secondo gol in tre apparizioni con i giallorossi) che, servito alla perfezione da Pompetti, batte Poluzzi con un preciso colpo di testa.
Il Sudtirol accusa il colpo e rischia di capitolare ancora: Ambrosino calcia alto da ottima posizione e il capitano Iemmello, lanciato a rete, si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite che compie il secondo miracolo della sua gara.
Gol sbagliato dal Catanzaro e pareggio del Sudtirol. Giocata fantastica di Pecorino che, prende posizione spalle alla porta, si gira e calcia sotto l’incrocio dei pali.
Il Catanzaro si riversa in attacco alla ricerca del (meritato) gol vittoria ma sfortuna ed imprecisione non consentono agli uomini di Vivarini di archiviare definitivamente la questione salvezza.
Nel finale di gara (80′) espulso Brighenti per doppia ammonizione.
La partita, finiti 4′ di recupero, termina sul risultato di 2 a 2.
Il Catanzaro esce meritatamente tra gli applausi dei 9.000 e oltre cuori giallorossi assiepati sulle gradinate del Ceravolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto