Cittadella – Catanzaro: La Cronaca

Di Antonio Strongoli

Per la delicata gara contro il Cittadella, mister Vivarini schiera il solito 4-4-2: Fulignati in porta; in difesa Situm, Scognamillo, Antonini e Veroli; a centrocampo Sounas, Petriccione, Verna e Vandeputte; in attacco Iemmello e Ambrosino. Il Cittadella, di contro, si dispone con un 4-3-1-2: Kastrati in porta; Salvi, Negro, Frare e Carissoni in difesa; Vita, Danzi, Carriero a centrocampo; Baldini a sostegno di Pittarello e Pandolfi.
In avvio di partita doppia occasione per i padroni di casa, la più clamorosa capita sui piedi di Pandolfi disinnescata da un Fulignati miracoloso.
Al 18′ gol capolavoro di Iemmello che, dopo aver superato un calciatore con la maglia granata, lascia partire dal limite dell’area un tiro semplicemente perfetto che bacia la traversa e si insacca alle spalle di Kastrati.
Al 21′ punizione dal limite dell’area di rigore per le Aquile, si incarica della battuta Ambrosino che colpisce in pieno la traversa. Catanzaro padrone della partita dopo un avvio di esclusivo appannaggio dei padroni di casa.
Al 27′ pareggio su rigore del Cittadella: tocco di mano in area di Scognamillo, prontamente ravvisato dal direttore di gara che assegna il penalty, trasformato da Baldini.
Il primo tempo termina senza ulteriori sussulti sul risultato di 1 a 1.
Al 55′ altro gol di Iemmello abile a deviare in porta un preciso calcio d’angolo del solito Jari Vandeputte (9 assist in stagione).
Il Cittadella si riversa in avanti nel tentativo di trovare il pareggio. Da evidenziare, però, non sono le occasioni da gol quanto le innumerevoli simulazioni dei calciatori di Gorini che scambiano l’area di rigore giallorossa per una piscina.
All’84’ Salvi impegna Fulignati con un tiro da fuori area.
La partita scorre via senza nuove azioni di rilievo con un Catanzaro maturo che conquista 3 punti importantissimi.
Al triplice fischio il tabellone dice Cittadella-Catanzaro 1 a 2, per la gioia degli 800 tifosi ospiti giunti in Veneto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto