Catanzaro Lecco 5-3
La cronaca della partita

di Antonio Strongoli

Per la prima gara dell’anno mister Vivarini schiera il solito 4-4-2: Fulignati in porta; in difesa Katzeris, Brighenti Scognamillo e Krajnc; a centrocampo Sounas, Pontisso, Verna e Vandeputte; in attacco Biasci e Iemmello. Il Lecco, di contro, si dispone con un 4-3-3: Melgrati in porta; Lammers, Bianconi, Marrone e Lepore in difesa; Ionita, Sersanti e Crociata a centrocampo; Di Stefano, Novakovich e Buso in attacco.
Le Aquile partono in maniera arrembante e, nei primi 10 minuti, creano ben tre occasioni da rete fallite dal rientrante Iemmello poco preciso sotto porta.
Al 18′, però, il forcing del Catanzaro porta al vantaggio: angolo perfetto di Vandeputte che trova Verna appostato sul secondo palo, il quale con una precisa staffilata al volo batte l’estremo difensore ospite.
Conseguito il vantaggio le Aquile si abbassano inspiegabilmente e, così, prestano il fianco alla reazione dei ragazzi di Bonazzoli.
Il Lecco in soli 4 minuti (dal 25′ al 29′) ribalta il risultato con Di Stefano (preciso diagonale dopo aver superato mezza difesa giallorossa) e Lammers (colpo di testa su assist di Lepore).
Il Catanzaro, metabolizzato il doppio colpo, sul finire del tempo abbozza una timida reazione che porta ai tiri di Vandeputte e Biasci, entrambi respinti dalla difesa ospite.
Primo tempo piacevole in virtù dell’atteggiamento delle due squadre che non si risparmiano e giocano a viso aperto.
All’inizio del secondo tempo il Catanzaro piazza il controsorpasso con Sounas (48′) e Iemmello (52′). Il primo dei due gol giunge a seguito di una magistrale azione del solito Vandeputte che serve Biasci in area, palla recapitata da quest’ultimo a Sounas che batte Melgrati. Il gol del capitano giallorosso è anch’esso propiziato dal sempre più determinante Vandeputte che serve un cross al bacio per Iemmello che insacca da due passi.
Reazione immediata del Lecco che trova il 3 a 3 con un’azione fotocopia alla rete di Iemmello: cross dalla trequarti di Ionita, colpo di testa di Novakovich che batte Fulignati.
Al 65′ nuovo vantaggio delle Aquile con Sounas (doppietta) abile a spingere da due passi un preciso assist di Iemmello.
Sul finire della gara c’è gloria anche per Biasci che si lancia su un pallone vagante in area piccola e sorprende Melgrati.
La manita è servita, Catanzaro 5 Lecco 3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto