A Parma la “capolista” è il Catanzaro. Vivarini vendica l’andata e il Catanzaro sogna

Parma-Catanzaro 0-2 (10′ Iemmello, 39′ Antonini)

PRIMO TEMPO:

Pasquetta prestigiosa per il Catanzaro che sfida la capolista Parma dell’ex Di Chiara al “Tardini” con poco meno di duemila tifosi al seguito, ancora una volta simbolo di una passione senza confini da parte del popolo giallorosso. Minuto di raccoglimento prima della gara in ricordo del direttore generale della Fiorentina Joe Barone, recentemente scomparso. Buon avvio di gara per il Catanzaro che, come sempre, non rinuncia a giocare ma prova a imporre il suo gioco. Al minuto 8 Man sfugge ad Antonini e si invola verso la porta difesa da Fulignati ma il suo tiro è respinto da Scognamillo. Al 9′ ci prova Iemmello ma il suo tiro è alto su assist di Situm. Al 10′ il vantaggio del Catanzaro porta la firma del solito Tommaso Biasci, al suo decimo goal stagionale, che al volo di sinistro batte Chichizola su pennellata di Situm. Al 18′ imbucata di Bonny che manda in porta Man ma un grande Fulignati impedisce il pari ai padroni di casa. Al 23′ gran palla di Iemmello per Biasci, tiro-cross del 28 giallorosso e brividi per Chichizola. Al 26′ ci prova Benedyczak di testa ma senza trovare la porta che si ripete al 28′ con una botta da fuori che finisce alta. Al 36′ il Parma grida al penalty da una conclusione fuori area ma il braccio di Verna è attaccato al corpo quindi giusto non ravvisare nulla. Al 39′ il Catanzaro raddoppia dagli sviluppi di un corner di Vandeputte con Antonini che di testa porta i suoi avanti di due goal. Al 47′ ancora Man pericoloso con Fulignati che respinge ottimamente e manda a riposo i suoi ancora avanti di due goal.

SECONDO TEMPO:

In avvio di ripresa chance per Iemmello che supera Chichizola ma viene chiuso da Del Prato in fase conclusiva. Al 49′ conclusione di poco alta di Hernani. Poco dopo due volte pericoloso il neo entrato Charpentier che per poco non riapre il match. All’ora di gioco mischia da corner che per poco non porta il Parma al goal. Girandola di cambi da entrambe le parti con Pontisso e Ambrosino in campo per Petriccione e Iemmello.  Al 65′ doppia opportunità per il Parma con la traversa di Sohm e il tiro di Man salvato sulla linea da Veroli. Risposta del Catanzaro con Ambrosino la cui conclusione dalla distanza è deviata in angolo. Al 75′ Bernabè calcia in curva mentre in contropiede il Catanzaro ci prova con Ambrosino ma senza fortuna. Catanzaro vicino al tre a zero ancora con il numero 70 ma il suo tiro è strozzato e finisce sul fondo. Partipilo e Camara suonano la carica per il Parma ma Fulignati è sempre attento e risponde presente. Dentro anche Stoppa e Pompetti nel Catanzaro. Cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Al triplice fischio è vittoria Catanzaro che batte la capolista Parma, infrangendo l’imbattibilità casalinga della squadra di Pecchia, e continua a sognare in grande. Sabato prossimo al “Ceravolo” arriverà il Como.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto