Intervista a Massimo Cerri

Di Fabio Migliaccio

L’ex Direttore Sportivo del Catanzaro Massimo Cerri intervenuto nel corso della trasmissione RTC Catanzaro Sport, in una chiacchierata tra vecchi amici, ha ripercorso il suo anno a Catanzaro e tracciato programmi e aspettative della sua attuale squadra, il neo-promosso Brindisi.

“Non voglio prendermi meriti con non sono miei – ha risposto con l’usuale modestia Cerri a puntuale sollecitazione – ma la stagione in cui sono stato a Catanzaro è stata la prima della riorganizzazione societaria. Il lavoro fatto dopo la mia partenza è stato straordinario ma oltre che un pezzo di cuore spero di aver lasciato in città anche un buon ricordo.

“Seguo con attenzione il Catanzaro anche perché ho mantenuto le mie amicizie con alcuni tifosi giallorossi e posso affermare con certezza che le Aquile resteranno attaccate alle posizioni di vertice. All’organizzazione di gioco ed alla qualità già presente nei singoli che hanno vinto il campionato si è difatti aggiunto il valore dato dai nuovi innesti, uno su tutti Donnarumma.”

Del Brindisi, l’ex D.S. giallorosso ha detto che si tratta di ambiente entusiasta in cui proprietà e tifosi stanno partecipando fattivamente alla costruzione del club che viene dalla D e deve darsi un’organizzazione societaria da serie professionistica. I primi segnali mostrati dalla squadra nella trasferta di Potenza, seppur negativa nel risultato, sono di buon auspicio per il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto