Buona la prima… di ritorno

Il 2024, per ciò che concerne la serie B, è iniziato nel migliore dei modi, con i “giallorossi” di mister Vivarini che, con una “manita”, hanno steso il Lecco. Un vero e proprio festival del goal, contornato da difese “horror” e da sorpassi e controsorpassi per quanto riguarda il risultato.

Un Catanzaro, che grazie al successo pieno, si è scrollato di dosso la sequenza negativa di tre sconfitte consecutive, che avevano  contraddistinto la fine del girone di andata.

Una sfida tra calabri e lombardi senza esclusioni di colpi, quella andata in scena venerdì scorso al “Ceravolo”, un copia e incolla del match di andata disputato sul neutro di Padova, finito con un 4-3 in favore di Iemmello e compagni.

L’incontro, negatività difensive a parte, ha in ogni caso consegnato alcuni spunti positivi, quali il carattere e la capacità di reazione del gruppo, mentre per quel che concerne i singoli, da evidenziare la prestazione di Re Pietro, ritornato ad alti livelli e quella del greco Sounas, autore di una doppietta.

Luci ed ombre, dunque, al “Ceravolo”, con queste ultime riferite alla fase difensiva, soprattutto sui palloni alti, anche se ciò non costituisce una novità, considerati i goal subiti da palle inattive. Ma di questo ne sono consapevoli sia il tecnico Vivarini, che il direttore sportivo Magalini, questo ultimo al lavoro sul mercato in atto, proprio per cercare di colmare le lacune di cui sopra con innesti che diano assolute garanzie, oltre che assicurare centimetri e chili ad un reparto alquanto in crisi. Intanto la vittoria sul Lecco, classifica a parte, è stata molto utile, sia dal punto di vista del morale che della fiducia, in vista del prossimo impegno di campionato in programma sabato prossimo contro la Feralpisalò sul neutro di Piacenza, in uno stadio a “tinte giallorosse”, vista l’annunciata presenza di oltre duemila tifosi al seguito. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto