Palermo – Catanzaro: Cronaca in diretta

Buonasera Amici di “Domenica Giallorossa” e benvenuti alla diretta scritta di Palermo-Catanzaro. Aquile reduci dalla vittoria nel derby contro il Cosenza mentre il Palermo è all’ultima spiaggia di un periodo negativo e di contestazione. Comunque vada sarà spettacolo al “Renzo Barbera”. Seguiamo insieme le emozioni di questa partita mentre, di seguito, diamo un’occhiata ai giornali odierni con i servizi della Gazzetta del Sud e del Corriere dello Sport.

Il Matchday dell’U.S. Catanzaro

Di seguito le formazioni ufficiali:

PALERMO: 22 Pigliacelli, 3 Lund, 4 Gomes, 5 Lucioni, 7 Mancuso, 8 Segre, 9 Brunori (C.), 10 Di Mariano, 15 Marconi, 25 Buttaro, 37 Mateju.

A disposizione: 1 Desplanches, 13 Kanuric, 2 Graves, 6 Stulac, 17 Di Francesco, 18 Nedelcearu, 30 Valente, 31 Aurelio, 53 Henderson.

Allenatore: Corini.

CATANZARO: 1 Fulignati, 9 Iemmello (C.), 14 Scognamillo, 18 Ghion, 21 Pompetti, 23 Brighenti, 24 Sounas, 27 Vandeputte, 28 Biasci, 72 Veroli, 77 Katseris.

A disposizione: 16 Sala, 5 Krastev, 7 D’Andrea, 8 Verna, 17 Brignola, 19 Stoppa, 20 Pontisso, 32 Kranjic, 33 Oliveri, 44 Miranda, 70 Ambrosino, 99 Donnarumma.

Allenatore: Vivarini.

Arbitro: Livio MARINELLI (Tivoli)
Assistenti: Valerio COLAROSSI (Roma 2) e Gaetano MASSARA (Reggio Calabria)
Quarto ufficiale: Dario DI FRANCESCO (Ostia Lido)
VAR*: Marco GUIDA (Torre Annunziata)
AVAR*: Francesco MERAVIGLIA (Pistoia)

* da Lissone

-Squadre in campo, si comincia!

-Al 4′ il primo tiro della partita è del Catanzaro con il piatto destro di Biasci che è facile preda di Pigliacelli.

-Grande avvio del Catanzaro e al 14′ asse greca con Sounas che manda in porta Katseris, tiro del 77 e grande risposta in corner di Pigliacelli.

-Al 20′ ci prova dalla distanza Pompetti ma la sfera finisce alta.

-Anche il Palermo ci prova con Brunori in spaccata ma la sfera finisce alta. Ma è anche offside, ravvisato dall’assistente di linea.

-A dieci dal termine della prima frazione di gioco il risultato è inchiodato sullo 0 a 0 e regna l’equilibrio. Gli oltre mille tifosi del Catanzaro giunti a Palermo si fanno sentire nel settore a loro riservato.

-Al 36′ ci prova Mancuso ma la sua conclusione è centrale e Fulignati blocca.

-Al 44′ Iemmello come un rapace anticipa il suo avversario e deposita in rete la palla del vantaggio del Catanzaro. Il capitano porta avanti i suoi e fa esplodere il settore ospiti.

-Primo tempo che termina uno a zero in favore del Catanzaro. Tra poco il via alla ripresa!

-Avvio di ripresa con il Catanzaro che raddoppia al 49′ con Biasci che si invola a rete ma trova la respinta del portiere, la sfera rimane lì e il 28 giallorosso deposita facilmente in rete la palla del 2 a 0.

-Al 57′ schema da corner che libera Iemmello al tiro, il 9 inquadra la porta ma il suo tiro è deviato. Dubbio poi un contatto in area rosanero ma l’arbitro lascia correre.

-Al 62 punizione del subentro Valente ma Fulignati blocca senza problemi.

-Il Catanzaro risponde con Iemmello che illumina in profondità per Vandeputte che colpisce il palo con la sfera ma finisce sul fondo. Anche Biasci ci prova poco dopo ma il suo tiro è centrale.

-Al 65′ Katseris apre per Vandeputte, il belga trova Iemmello che ci prova di punta ma viene chiuso in corner.

-Vivarini manda in campo Oliveri e Miranda. Al 70′ enorme parata di Fulignati a difendere il risultato.

-Ammonito Pompetti per un fallo a ridosso della metà campo. Ultimi tre cambi per Vivarini con Ambrosino, Stoppa e Pontisso che entrano in campo per queste ultime battute.

-Valente pennella per Stulac un gran cross e il neo entrato realizza il due a uno.

-Espulsi alcuni elementi dello staff tecnico giallorosso.

-Sono sette i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Al triplice fischio è festa Catanzaro e un colpo straordinario di Vivarini al “Barbera”. Il Catanzaro vince due a uno.

-Grazie Amici di “Domenica Giallorossa” per averci seguito in quest’altra straordinaria avventura del Catanzaro. Colpo grosso delle Aquile a Palermo e appuntamento alla prossima sfida con il Pisa al “Ceravolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto