Mister Fabrizio Castori, tra calcio e vita

di Fabio Migliaccio

Fabrizio Castori è intervenuto alla trasmissione RTC Catanzaro Sport per parlare di calcio e vita.
Il mister ha affascinato i telespettatori raccontando a cuore aperto la sua gavetta che lo ha visto partire dalla terza categoria per arrivare in A, vincendo in ogni serie in cui si è misurato.
Stimolato sulle prospettive del Catanzaro ha confessato che da marchigiano e quindi conterraneo e vicino di casa nonché amico di Massimo Palanca non può che guardare con simpatia alle vicende giallorosse. Ma sono i fatti a testimoniare che la squadra di Vivarini potrà essere la sorpresa del campionato e ripercorrere le orme del Sudtirol dello scorso anno.
E del tecnico di Ari si è detto compiaciuto di come si stia prendendo le soddisfazioni che merita dopo qualche campionato sfortunato che lo aveva fatto allontanare dalla ribalta che conta.
Entrando nel merito degli aspetti tecnici della compagine giallorossa ha elogiato in particolare il centrocampo, dotato di dinamismo e qualità grazie agli uomini che lo compongono: Ghion, allenato nel periodo di preparazione della scorsa stagione a Perugia, è giocatore che possiede doti di equilibrio e geometria che gli permettono di non perdere mai palla mentre Pompetti per la sua predisposizione per la regia completa al meglio la coppia centrale; Vandeputte e Sounas garantiscono sugli esterni palleggio e vivacità.
Sul prossimo impegno delle Aquile ha consigliato grande attenzione per un avversario, il Cittadella, che incarna tutte le insidie della categoria, trattandosi di squadra collaudata negli anni che fa del ritmo, dell’aggressività e dell’intensità le armi più efficaci.
Castori ha chiuso il suo intervento confidando le emozioni per il suo impegno sociale accanto ai più deboli ed ha definito il campionato vinto con la Comunità di San Patrignano l’affermazione più bella. “Da figlio di operai – ha chiosato – non ho mai potuto confondere una partita di calcio con i veri valori della vita!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto