Facce da Derby: il “Vi ho purgato ancora!!!” di Pietro e il gran mago Pompetti

Il lunedì post Derby è ancora al cardiopalma. Le emozioni rimbalzano nel petto di tutti i tifosi giallorossi. Le immagini scorrono in TV, sui social ma soprattutto nella mente di tutti i catanzaresi. Ma ancor di più nelle vene del catanzarese per eccellenza, Pietro Iemmello. Il capitano, la bandiera, l’Aquila Imperiale che ha ringraziato tutti a mezzo Instagram e tra ieri e oggi con varie stories fa capire ancora una volta, se c’era bisogno, la sua catanzaresita’ viscerale. Pietro segna subito e mostra una maglia epocale volando sotto la Est. “Vi ho purgato ancora!!!” cita la maglia messa in bella mostra soprattutto dai compagni di squadra, che hanno corso anche per lui per questa vittoria preziosa per la classifica e l’egemonia regionale. Atmosfera da B…rividi al “Ceravolo” con il popolo a spingere Iemmello e compagni alla gara perfetta. Il 9 sbatte e corre su ogni pallone, segna e crea orizzonti. È la giornata perfetta per lui, per tutti. E già nel coro ci entra anche il mago Pompetti. Marco dirige l’orchestra Catanzaro insieme al solito Ghion in maniera egregia. Combatte su ogni pallone, accarezza la sfera sotto la tribuna lasciandosi andare ad un coast to coast meraviglioso e ci prova anche dalla distanza. Partita da leader gli diranno in sala stampa, da veterano senza paura e con personalità, e Pompetti risponde così, con le seguenti dichiarazioni, con l’umiltà e il gran cuore che lo contraddistinguono: “Sono contento personalmente ma di squadra principalmente. Venivamo da un periodo difficile ma dentro di noi sapevamo di esserci e volevamo dimostrarlo a tutti. Prestazione da squadra matura che voleva fare risultato senza prendere goal. Io metto le mie giocate e qualità al servizio della squadra. Se posso calciare lo faccio, è una qualità in più al servizio della squadra che viene prima di tutto. I nostri attaccanti hanno fatto un lavoro spettacolare e sono stati ripagati con i goal. Il nostro merito è quello di aver vinto e non è scontato. Conta vincere e non è facile, dietro c’è tanto lavoro di queste due settimane. Sono contento per tutti, applicati per 90 minuti sul nostro obiettivo. La punizione di Vandeputte? Mi offro sempre per tirare ma ci siamo 4/5 giocatori con un piede importante ma ha calciato Yari e va bene così”. Parole da giocatore vero quelle del Marco giallorosso, da chi si è guadagnato sul campo di essere tra gli eroi di un derby tanto importante per il Catanzaro e i catanzaresi e da chi ha il sogno del calcio nel cuore. Pompetti Docet!

3 commenti su “Facce da Derby: il “Vi ho purgato ancora!!!” di Pietro e il gran mago Pompetti”

  1. Bellissimo articolo Caro Lollo che rispecchia il valore e soprattutto la personalità del Giovane Virgulto Cz.ese. Continua così a deliziarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto