Catanzaro – Venezia: La cronaca del match

Per la gara contro il Venezia, mister Vivarini, privo dello squalificato Situm, schiera il solito 4-4-2: Fulignati in porta; in difesa Oliveri, Scognamillo, Antonini e Veroli; a centrocampo Sounas, Petriccione, Pontisso e Vandeputte; in attacco Iemmello ed Ambrosino. Il Venezia, di contro, si dispone con un 3-5-2: Joronen in porta; Idzes, Svoboda e Sverko in difesa; Bjarkason, Busio, Tessmann, Lella e Zampano a centrocampo; Pohjanpalo e Pierini in attacco.
Grande partenza dei giallorossi che sulla prima azione della gara trovano il vantaggio con Pontisso (secondo gol consecutivo) che sfrutta al meglio un preciso cross di Sounas.
Al 14′ gli ospiti trovano la rete del pareggio (inizialmente annullata per fuorigioco) sugli sviluppi di un calcio piazzato con Idzes che ribatte in rete un assist di Pohjanpalo.

La partita viene interrotta al 22′ minuto a causa
della forte pioggia.
La gara riprende regolarmente alle ore 16:15, dopo circa 50 minuti di interruzione.

Negli ultimi 25 minuti del primo tempo da segnalare soltanto un gol giustamente annullato agli ospiti per un netto fuorigioco.
Il primo tempo termina sul punteggio di 1 ad 1.
In avvio di ripresa, al minuto 49, intervento miracoloso dell’estremo difensore giallorosso che salva su colpo di testa di Pohjanpalo.
Trascorrono appena due minuti ed il Catanzaro va vicino al vantaggio con Iemmello che colpisce il palo deviando un altro preciso traversone di Sounas.
Al 55′, sugli sviluppi di un corner, conseguente alla concessione di una discutibile punizione, il Venezia passa in vantaggio. A segnare è ancora con Idzes che, dopo due salvataggi della difesa giallorossa, trova la deviazione vincente.
Al 57° gli ospiti rimangono in dieci a causa della seconda ammonizione comminata a Sverko. Al 59′, sugli sviluppi della punizione assegnata a seguito della predetta espulsione, i padroni di casa trovano il pareggio con il proprio capitano, il quale è abile a deviare un preciso cross di Jari Vandeputte, giunto così al 14° assist stagionale.
Vivarini, nel tentativo di centrare la vittoria, inserisce Donnarumma e Stoppa che assieme al subentrato Biasci, a capitan Iemmello ed al petit diable belga creano numerose occasioni da rete.
Al 79′ il Catanzaro vede annullarsi un gol per fuorigioco.
Quando la partita sembra incanalarsi sul punteggio di 2 a 2, ecco che il Catanzaro trova l’episodio della svolta: Stoppa si vola lungo la fascia sinistra trascinato dagli oltre 10.000 del Ceravolo, cross in mezzo, respinta della difesa ospite sulla quale si avventa Scognamillo che serve Iemmello, il capitano scarica su Donnarumma che viene atterrato.
Ayroldi non ha dubbi ed assegna il penalty.
Della battuta si incarica Pietro iemmello, il quale (al secondo tentativo) batte Joronen e fa esplodere il Ceravolo.
La partita termina nel tripudio generale sul punteggio di 3 a 2 in favore dei padroni di casa che scrivono, di fatto, la parola fine alla rincorsa del Venezia alla promozione diretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto