Catanzaro – Palermo:
pari e patta al “Ceravolo”. Finisce 1 a 1

CATANZARO-PALERMO 1-0 (29′ Biasci, 48′ Segre)

Catanzaro contro Palermo, una gara di prestigio al “Ceravolo” nell’anticipo del campionato di serie B e una grande classica tra due nobili del Sud. Il Catanzaro ha a disposizione i due nuovi acquisti Antonini e Petriccione mentre il Palermo, con tanti tifosi al seguito per questa sfida, deve rinunciare a capitan Brunori squalificato per questo turno. Squadre in campo con lo striscione AIFO contro la lebbra, di cui domenica è la giornata mondiale. Un minuto di silenzio per commemorare Gigi Riva.

Lo striscione AIFO nel pregara per la giornata mondiale della lebbra

Fischio d’inizio al “Ceravolo” con il Catanzaro che gira bene il pallone. Vivarini cambia poco negli interpreti ma fa pressare alto i suoi con l’intento di non fare giocare il Palermo. La prima occasione è però degli ospiti con capitan Soleri che si presenta davanti a Fulignati che lo ipnotizza e mette in corner con i piedi. A gara iniziata arrivano i tifosi del Palermo nel settore ospiti con quattro bombe e qualche fumogeno gettato in campo e uno verso la tribuna est. Al 24′ colpo di testa Veroli che finisce sul fondo. Al 29′ Biasci porta in vantaggio il Catanzaro con un tiro ravvicinato nell’area piccola e fa esplodere il “Ceravolo”. Termina così il primo tempo con i giallorossi avanti di un goal.

Dato vendita gara Catanzaro-Palermo

4.468 biglietti ( ospiti 750 )
5.393 abbonati

TOTALI:9.861

*INCASSO x € 141.000

Pronti via nella ripresa il Palermo trova il pari al 49′ con un colpo di testa in area di Jacopo Segre. Ancora sofferenze per il Catanzaro sulle palle alte e Vivarini manda tutta la panchina a scaldarsi. Al 53′ affondo di Ranocchia sulla sinistra e palla nel mezzo dove per poco Situm fa autogoal colpendo il palo con Fulignati che smanaccia non senza difficoltà. Il primo cambio nel Catanzaro è Ambrosino per Iemmello. Al 64′ Scognamillo e il neo entrato Ambrosino sfiorano il goal di testa ma senza fortuna. Al 68′ ci prova Veroli dalla distanza ma la sua conclusione è fuori misura. Dentro Mancuso e Insigne nel Palermo mentre nel Catanzaro pronti Oliveri e l’ultimo acquisto Petriccione. Quest’ultimo ci prova al minuto 84 con un sinistro dalla distanza che finisce di poco a lato. Un minuto dopo anche Ambrosino tenta l’assolo ma il suo tiro è alto sopra la traversa. Applausi comunque dal pubblico per il tentativo. Esordio anche per Antonini che rileva Veroli oltre a Stoppa per Biasci. Occasione Palermo con Roberto Insigne ma il suo tiro di punta è debole e facilmente bloccato da Fulignati. Mancuso si libera tiro al minuto 89 ma il suo tiro è alto e non pericoloso. Al termine dei quattro minuti di recupero finisce 1 a 1 al “Ceravolo”. Nel prossimo turno il Catanzaro farà visita allo Spezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto